Immagine
 SuperCirio is everywhere...... di SuperCirio
 
"
Ho visto cose che voi umani vi siete rotti i coglioni di vedere

"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti i deliri, in ordine cronologico...
 
 
Di SuperCirio addì 30/09/2008 @ 20:00:21, in high tech, linkato 501 volte)
da: XXXX@GMAIL.COM (censurata) a: Supercirio@gmail.com

Buongiorno!
I guadagni supplementari sono necessari voi, allora voi attenzione del
fuoco sulla nostra proposta.
Presento uno di grandi saloni dell’automobile dell’Italia.
Vendiamo tali automobili come Lamborghini, Porsche, Ferrari.
Abbiamo molti soci. Oggi cerchiamo la gente per il lavoro con i nostri
clienti sul telefono ed attraverso il Internet. Selezionate il tempo di
lavoro.
Nell’ultima settimana ogni operatore è stato ottenuto 550 (dólares).
Ci sono 5 posti vacanti supplementari per il lavoro dal centralinista.
Desiderate lavorare, scrivete la lettera al direttore e-mail:
xxxx@gmail.com
(censurata)
Scriva il vostri nome e numero di telefono. Stipendio danno ogni settimana.
Il reddito dipende da lavoro. All’ora sono ottenuti da 15 (dólares).
Scriva la lettera.

- - - -

da SuperCirio@gmail.com a XXXX@GMAIL.COM

Buongiorno te!
Ma sul serio tu dare me sacco dólares supplementari? Ma per veramente? Molto bello yuhm yuhm! Io molto interessato faccio subito fuoco su tua proposta.
Però non avere capito io cosa fare tu lavoro che io poi ottenuto tutti i dòlares: forse rubare macchina? Porsche Lamborghini Ferrari non facili rubare, suoi proprietari mica scemi! Oppure tu dare dòlares per vendere macchina rubate e io parlare con tuoi clienti? Tu dare me 550 dòlares ogni settimana per parlare con clienti così, con tutti verbi infinito come indiani di film John Waine? Parere molto interessevole! Io scrive lettera, però tu fai favore non usare traduttore automatico Gugol per rispondere me...
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 29/09/2008 @ 13:54:58, in Interismi, linkato 504 volte)
Calcio? E cos'è? Forse l'elemento chimico con numero atomico 20 e simbolo Ca? Non conosco altri significati per quel termine...
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 26/09/2008 @ 20:51:07, in Anima Animale, linkato 459 volte)
E' da quattro giorni che gli imbianchini hanno terminato di pittarmi casa, e ancora non mi sono abituato a quella sensazione di vivere in un ambulatorio psichiatrico.
Tutto troppo bianco, troppo chiaro, troppo asettico.
Non ho ancora trovato il tempo/la voglia/l'ispirazione per riattaccare al loro posto le stampe e i quadri che ancora giacciono impilati in garage, terrorizzati dall'idea di essere le vittime incolpevoli di chissà quale furore iconoclasta.

La verità è che voglio perdermi ancora un po' davanti al vuoto smagliante delle pareti disadorne. Almeno finchè non comincerò a manifestare i primi segnali di squilibrio.

Troppo tardi?


Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 24/09/2008 @ 20:12:41, in Cose Di Cui Non Mi Intendo, linkato 657 volte)
Dopo lungo e faticoso sperimentare, sono giunto alla conclusione che Facebook è la più grande cagata del web 2.0.
Milioni di persone che si accalcano intorno a contenuti spesso inconcludenti, frivoli o del tutto inutili. Decine di tool per nerd rincoglioniti o adolescenti in fregola, giochini sfigati, dashboards onniprensenti dove tutti si affannano a raccontare i propri cazzacci, ci postano foto sgranate oppure, sulla scia di quell'altra enorme cazzata che è Twitter, ti raccontano attimo per attimo le loro faccende. Ma chissenefrega, caro il mio facebookiano, di sapere cosa stai facendo in ogni momento della tua vita? Se stai scopando son contento per te, se stai morendo ti dedicherò un istante di silenzio... però non assillarmi con la cronaca minuziosa della tua giornata, perchè di banalità ne è già fin troppo piena la mia.

La faccenda degli "amici" poi è il massimo della stronzata, l'epigono delle fesserie su cui si è costruito Facebook. Quant'è ridicola la frenesia collettiva nell'autoaggregarsi per allungare a dismisura l'elenco degli "amici", manco fosse l'uccello!
E per rastrellare pletore di presunti "amici" non servono particolari doti di socialità e simpatia: basta solo avere del tempo da perdere a cliccare link e digitare nei filtri captcha: per esperienza diretta posso assicurare che almeno il 65% delle richieste vengono confermate dagli interessati.
Anch'io ho decine di amici nel mio profilo facebook, ed è tutta gente di cui nulla so e ancora meno mi frega. Chissà a quanti di questi sedicenti "amici" tirerei legnate nei denti se avessi l'opportunità di conoscerli personalmente, ma nella finzione edonistica dell'universo Facebook questo non ha importanza. Ciò che conta è dipingersi attraenti, estroversi, fare i piacioni affabili ed espansivi contando sull'anonimato e la possibilità di virtualizzare la propria personalità tipiche della Rete.

E' un culto dell'apparenza globalizzato e sublimato dall'immediatezza tecnologica dell'era digitale. Da questo punto di vista Facebook non ha inventato nulla: semplicemente, ha reso il nulla più accessibile.
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 22/09/2008 @ 23:36:07, in music, linkato 708 volte)
John LydonL'universo del Rock e della musica in genere sta vivendo un periodaccio.
Settimana scorsa ci ha lasciato all'improvviso Richard Wright.
Ieri invece la notizia che il grande Travis Barker è rimasto gravamente ferito a seguito di una sciagura aerea.
Infine oggi l'annuncio più sconvolgente: Johnny "Rotten" Lydon sarà il testimonial televisivo per una marca di burro! Il leggendario vocalist dei Sex Pistols, icona della trasgressione punk, un faro per generazioni di giovani ribelli cresciuti sbraitando con faccia incazzata le strofe di "Anarchy in the UK", si presenterà in televisione vestito come un impiegato del catasto a mordicchiare crostini imburrati...

Perchè, perchè gli dei del Rock mi infliggono cotanto supplizio?
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 21/09/2008 @ 12:11:02, in Strade come arene, linkato 567 volte)
Bisogna ammettere che alla fine quella massa di cerebrolesi che ha gestito il piano di rifacimento della viabilità nella zona della nuova fiera ce l'ha fatta a cavare il ragno dal buco.
Il nuovo sottopasso Fiera è finalmente una realtà e da un paio di settimane è stato aperto al traffico.
Certo, ci sono voluti praticamente 5 anni per arrivare a ciò che in qualsiasi altro paese civile si sarebbe ottenuto in 2, ma non è il caso di mettersi troppo a sottilizzare.
Finalmente il sottopasso è aperto e funziona. Anche troppo.
La prima conseguenza è stata che gran parte dei pendolari che in questi anni avevano ripiegato su itinerari alternativi, ora sono tornati in massa ad intasare la zona. Non solo: la nuova opera è talmente comoda e completa da aver catalizzato il traffico di tutte le altre direttrici dell'area Milano Sempione, col risultato di aver moltiplicato a dismisura code e ingorghi intorno alla statale. In pratica è stato eliminato un problema al centro ridistribuendolo amplificato lungo il perimetro.

E' come lottare con l'Idra: le tagli una testa e subito ne spunta un'altra.
Fatto sta che i tempi di percorrenza nell'ora di punta, almeno per quanto riguarda il mio tragitto, sono rimasti invariati se non addirittura peggiorati.

Il calvario sarà anche mutato nella forma, ma pur sempre di calvario si tratta.
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 19/09/2008 @ 07:57:14, in Anima Animale, linkato 639 volte)
Epporc... neanche stavolta sono riuscito ad andare oltre l'1 nel Superenalotto.
Povera Raffaella, chissà per quanto ancora mi dovrai aspettare...
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 18/09/2008 @ 19:58:05, in La terra dei cachi, linkato 997 volte)
Quindi sembra proprio che la trattativa per Alitalia sia destinata a fallire.
Aveva ragione De Benedetti: tira e tira, alla fine la corda si spezza. Il problema è che il successivo colpo di frusta arriverà tra le chiappe a noi cittadini contribuenti, come sempre.
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 17/09/2008 @ 07:58:00, in tempo di merda, linkato 492 volte)
Tre giorni di quasi-inverno ed io sono già macellato da raffreddore e mal di gola. Se le premesse sono queste, temo che a Natale il panettone dovranno somministrarmelo per endovenosa.
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 16/09/2008 @ 20:13:27, in Saluti e baci, linkato 584 volte)
Leonardo

Questo clone dell'orsetto Pooh dall'espressione facèta è Leonardo, nominato 'blogger dell'anno' alla BlogFest 2008 di Riva del Garda.
In qualità di lettore di vecchia data del suo blog, mi crogiolo soddisfatto nella consapevolezza di aver puntato un cavallo vincente (anche se lui vince, mentre io neanche partecipo. Vabbè, è la vita...)
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 16/09/2008 @ 07:59:08, in music, linkato 575 volte)
"I'm holding out
For the day
When all the clouds
Have blown away"

(PINK FLOYD - 'Wearing The Inside Out')


image

Sono cresciuto inerpicandomi sui meravigliosi "muri sonori" che questo artigiano del Rock sapeva costruire con rara e delicata maestria.
Oggi questo mondo è senz'altro un po' più buio, poichè un altro Diamante Pazzo ha smesso di brillare.
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 15/09/2008 @ 20:02:45, in Cose Di Cui Non Mi Intendo, linkato 478 volte)
La situazione dei mercati finanziari europei in questo momento mi ricorda quella famosa scena del film "L'aereo più pazzo del mondo":

"Niente panico... Ok: Panico!!"

Ecco, direi che siamo arrivati alla fase in cui non resta nient'altro da fare che lasciarsi andare all'isteria.
Proprio quando i maggiori analisti cominciavano timidamente a ipotizzare una possibile ripresa economica intorno alla metà del prossimo anno, ecco che ci pensa un'altro colosso di carta americano a rigettarci in fondo al pozzo.
La più grande bancarotta societaria nella storia del capitalismo occidentale ha stroncato sul nascere tutte le speranze di una ripresa in tempi brevi della macchina economica.

Questo pomeriggio, mentre lo S&P/MIB perdeva oltre il 4% portando piazza Affari ben oltre l'orlo della crisi di nervi, a Bruxelles la BCE dichiarava lo stato di 'allerta straordinaria' e lanciava ai mercati immersi nel mare di merda un salvagente da 30 mld di euro di liquidità.
Sempre la BCE, per bocca di quel genio di Trichet, ha poi dichiarato che "la stabilità dei prezzi è il prerequisito per la stabilità finanziaria, un obiettivo molto importante nell'attuale congiuntura".
Il che vuol dire che possiamo sognarci un calo a breve termine dei tassi di interesse, anzi saremo fortunati se resteranno ai livelli attuali senza ulteriori incrementi, alla faccia mia e di tutti coloro che hanno un mutuo a tasso variabile.
A questo punto sarebbe patetico cercare di nascondersi dietro inutili congetture e facili ottimismi: siamo nella merda, e che nessuno faccia l'onda.

Fortuna che ci pensa il Milan a tenerci su il morale.


Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 15/09/2008 @ 07:58:18, in Saluti e baci, linkato 584 volte)
Visto cosa succede quando si organizza una BlogFest senza invitare il SuperCirio?
Che vi serva di lezione...
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 12/09/2008 @ 07:49:05, in Politically Incorrect, linkato 501 volte)


"La prostituzione mi fa orrore, mi fa rabbrividire, non capisco chi vende il proprio corpo..."
(Mara Carfagna, Ministro per le Pari Opportunità)


...neanche chi lo vende in cambio di una poltrona da Ministro?


Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 11/09/2008 @ 20:23:08, in La terra dei cachi, linkato 501 volte)
pago ioDunque, se non ho capito male le cose sono andate più o meno così: c'era una mela mezza marcia di nome Alitalia. Questa povera mela era ormai talmente brutta e ammaccata da non riuscire più a stare sul mercato.
C'era poi un presidente del consiglio (Prodi) che avrebbe voluto venderla così com'era, completa di ammaccature e bacherozzi (debiti ed esuberi) a potenziali acquirenti esteri, così da piazzare oltre confine la fregatura.
C'era infine una grande compagnia francese che pareva disponibile a farsi inculare carico di tutti gli oneri ed onori legati all'acquisto.

Succede però che, nel bel mezzo della difficile trattativa, il Prodi finisce sgambettato dal primo Mastella che passa di lì, e al suo posto subentra un nanetto pelato che strilla "ah no! Alitalia ha da restare italiana!" e attacca a raccontar storielle riguardo una fantomatica cordata di imprenditori disposti a scucire fior di soldoni pur di mantenere la mela Alitalia sotto il Tricolore.

Il problema è che la mela è sempre più marcia ogni giorno che passa, comincia a mandare odor di acetone, ma di quella misteriosa cordata di potenziali acquirenti non si vede manco l'ombra.
"Qui ci vuole un piano!" grida allora il piccolo calvo. Così prende la mela e con pochi abili gesti la taglia in due, separando la parte guasta e verminosa da quella sana e appetibile.
Raduna poi una nutrita schiera di danarosi mecenati (tra i quali molti personaggi che vantano nei suoi confronti crediti di natura clientelare) e propone loro l'acquisto della metà buona a condizioni incredibilmente vantaggiose.
Va da sè che una simile proposta è difficile che venga respinta, e infatti la mezza mela, mondata da ogni schifezza e bruttura, passa rapidamente di mano.
Al malefico nanetto, soddisfatto per l'esito dell'impresa, non resta nient'altro da fare che sbarazzarsi della metà malata. Come? La cosa migliore a questo punto è scaraventarla nel bidone del Tesoro di Stato, dove l'esercito silenzioso degli enzimi Contribuenti avrà l'ingrato compito di digerirne tutte le sozzerie.

(Ovviamente generalizzo, com'è nella natura mia e di questo blog, ma non ho dubbi sul fatto che le rogne di Alitalia anche stavolta cascheranno tra le corna di noi contribuenti)
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 10/09/2008 @ 07:59:53, in Politically Incorrect, linkato 530 volte)
Incredibile: ieri l'Alta Corte Costituzionale della Thailandia ha imposto le dimissioni all'attuale primo ministro Samak (e a tutti i suoi ministri), reo di aver partecipato ad una trasmissione televisiva di cucina, una specie di 'Prova del Cuoco' in salsa Thai.

In Italia invece abbiamo un primo ministro che da decenni ci rifila polpettoni cerebroblastici attraverso tre reti tv di sua proprietà, e nessuno che riesca a schiodarlo.

Che roba: i thailandesi in un attimo si sono sgravati di un primo ministro cuoco, mentre noi non riusciamo a liberarci di un peracottaro...
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 09/09/2008 @ 09:19:36, in free time, linkato 487 volte)
another SuperCirio's creation!Ieri sera ho rivisto con piacere il film "La Guerra Dei Mondi", quello con la regia di Spielberg dove Tom Cruise combatte contro orde di alieni cattivi che hanno invaso la Terra sterminando cristiani a mazzi, salvo poi finire a loro volta fulminati dal virus del raffreddore cui il loro organismo non è abituato.

Bel film, ma ho il timore che Spielberg possa aver reso un cattivo servizio all'umanità. Ipotizziamo che una razza di alieni bellicosi stia effettivamente progettando l'invasione del nostro pianeta: questo film non fa altro che metterli in guardia circa una potenziale criticità del loro progetto!

Finirà che ci ritroveremo invasi da alieni strafatti di Vicks Sinex...
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 08/09/2008 @ 20:57:33, in tempo di merda, linkato 482 volte)
Se non ho capito male, il tempo si manterrà bello e soleggiato al nord, con temperature sopra la media del periodo, fino a venerdì.
Poi, nel weekend, deciso peggioramento e brusco calo delle temperature.

Dio è dotato di un gran senso dell'umorismo. Peccato che diverta solo lui.
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 04/09/2008 @ 20:32:54, in Cose Di Cui Non Mi Intendo, linkato 798 volte)
Mi sta appassionando tutta quell'avemaria scatenatasi in questi giorni attorno all'esperimento in programma per il 10 settembre prossimo venturo al Cern di Ginevra, dove un giocattolone chiamato LHC, una specie di anello dal diametro di alcuni chilometri e costato la cifretta di 6 miliardi di euro e 15 anni di lavoro, dovrebbe entrare in funzione per la prima volta. All'interno dell'anellone, posizionato ad una profondità di 100 metri sottoterra, saranno sparati fasci di protoni che poi verranno fatti scontrare tra loro, così, per il gusto di romper loro i coglioni.

Secondo l'intera comunità scientifica tutti quei minuscoli botti sotterranei porteranno gran giovamento alle nostre conoscenze sulla fisica della materia, poichè si andranno a ricreare le condizioni immediatamente successive al Big Bang.
Ecco, devo ammettere che già questo aspetto mi induce qualche perplessità. Era necessario fumarsi 6 miliardi di euro per scoprire quali condizioni regnavano nell'universo un secondo dopo il grande botto che lo ha generato?
Voglio dire, non serve essere astrofisici per ipotizzare che l'Universo, nei suoi primi istanti di vita, fosse un gran posto del cazzo! Caldo, frenetico, senza neanche un tabaccaio aperto...
Ritengo non sia saggio sbattersi tanto per riscostruire simili condizioni di merda. In Svizzera poi!

Ma c'è dell'altro.
Già nel marzo scorso un paio di teste d'uovo americane si sono scagliate contro il progetto, sostenendo che tutto quello scontrarsi tra particelle incazzate darà avvio ad un processo irreversibile in grado di generare un buco nero capace di mangiarsi in un boccone la Terra, se non l'intero universo.
Mi immagino la scena: tutti i 6000 ricercatori del Cern in trepida attesa dell'evento, il capo progetto con il ditino sull'interruttore ON, schiaccia e... puff: tutti spazzati via come stronzi dall'enorme sciacquone dello scarico cosmico.

Seppur assai improbabile, l'ipotesi di un'Apocalisse siderale con epicentro in Svizzera terrorizza e affascina al tempo stesso.
Inoltre pone all'uomo comune, portato per sua natura ad interessarsi di faccende assai più prosaiche -come la campagna acquisti dell'Inter o le foto della Parietti nuda- degli interrogativi filosofici profondi sul senso della vita, sul significato dell'esistenza e il mistero della morte. Insomma su quel Grande Tutto che un fascio di particelle spericolate potrebbe trasformare nel Nulla Assoluto, nel Vuoto Totale, ancora più vuoto del programma politico di Berlusconi.

Verrebbe ad esempio da chiedersi: Dio è al corrente di tutto ciò? Ha un piano di disaster recovery nel caso la faccenda dovesse effettivamente mettersi male? (mi figuro Dio che spunta tra le nuvole sopra la Svizzera, col suo barbone bianco arruffato, guarda il buco in espansione esclamando "oh grulli!". Poi tappa il buco con uno Sputazzo Divino e trasforma tutti gli scienziati in impiegati del catasto).
Ancora mi chiedo: c'è un posto nell'universo esentato dalla grande catastrofe, tipo un paradiso fiscale cosmico o qualcosa di simile? Se si, è raggiungibile in motorino? Potrebbe servire a qualcosa nascondersi in solaio?

Ci sono poi istanze più soggettive, legate alla sfera del personale e con le quali ognuno, a suo modo, si troverebbe a dover fare i conti nell'imminenza della fine del mondo.

Per dire, davanti alla prospettiva di un'estinzione in massa del genere umano è lecito che io continui a versare i contributi IRPEF?
E fino a che punto la Rai può impuntarsi nel pretendere il pagamento dei canoni arretrati? Questo mese la rata del mutuo la pago o aspetto che il buco nero si ingoi la banca? (tra l'altro in questo periodo le banche finiscono nei buchi neri anche senza bisogno dell'LHC)

Mi chiedo infine come potrà essere il passaggio, l'istante esatto in cui il black hole ci inghiottirà. Soffriremo molto, o al contrario saremo colti da un'euforia irrazionale? Oppure sarà talmente repentino da non lasciarci neanche il tempo di toccarsi i coglioni? Sperimenteremo esperienze lisergiche come il protagonista di 2001 Odissea nello Spazio?

Tutto sommato però la prospettiva di un'estinzione di massa non mi spaventa. Non la auspico, ovviamente, però mi angoscia molto meno rispetto all'idea di morire mentre il resto del mondo va avanti, dimenticandosi di me poco a poco (o già il giorno dopo, probabilmente...). Nessuna malinconia per l'affetto dei propri cari rimasti in questo mondo, nessun rimpianto per ciò che si lascia, nè timori per ciò che ci aspetta... In fondo il detto 'mal comune mezzo gaudio' è applicabile su qualunque scala, no?
In questo senso il buco nero, come la morte, sarebbe una vera espressione di uguaglianza sociale. Tutti nel Nulla, senza alcuna distinzione né privilegio.

Di una cosa sono certo: per quanto immane potrà essere la catastrofe scatenata dall'LHC, noi italiani saremo comunque avvantaggiati: in quanto a "buchi" nessuno al mondo ha più esperienza di noi...

Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 03/09/2008 @ 20:46:30, in high tech, linkato 608 volte)
googlechromeMah, devo dire che mi aspettavo qualcosina di più da questo Chrome, non foss'altro per la convinzione che se Google ha deciso di fare il terzo contendente nell'eterna guerra dei browser tra Mozilla e Microsoft, probabilmente è perchè riteneva di avere in mano l'arma finale. Invece finora in quanto ad armi segrete Chrome sembra averne meno dell'Iraq di Saddam.
Si, è funzionale, essenziale come si conviene ad un'applicazione dell'universo Google, ma gli manca quel qualcosa in più indispensabile per farne una vera killer Application (mi sorprende che non sia stato previsto un 'plugin market' in stile Firefox).
Credo che le versioni più aggiornate degli strumenti di navigazione attuali abbiano già raggiunto i livelli di funzionalità ottimali rispetto ai contenuti disponibili sul web, ed è proprio su questi che si dovrebbe concentrare ogni sforzo di sviluppo e innovazione.
Un altro browser che si accapiglia per un pugno di utenti in più è proprio l'ultima cosa di cui la Rete aveva bisogno.
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Di SuperCirio addì 02/09/2008 @ 20:42:19, in La terra dei cachi, linkato 537 volte)
Ultrà del Napoli in trasfertaMa quale gotha di geniacci amministra l'universo del calcio in Italia? Mesi e mesi a tirarsi pipponi sul dubbio trasferte si/trasferte no, poi basta un Roma-Napoli qualunque per gettare scompiglio e vederli correre tutti a casaccio come galline davanti ai coyote.

Roma-Napoli era ed è sempre stata una partita a rischio, e non era certo necessario un pomposo Osservatorio Nazionale per stabilirlo: sarebbe bastato un po' di buon senso e la giusta dose di fermezza istituzionale.
L'apertura di credito dell'Osservatorio nei confronti delle tifoserie romaniste e napoletane è stato un errore le cui conseguenze sono davanti agli occhi di tutti, anche di coloro che adesso si stracciano le vesti invocando l'ennesimo giro di vite.

Nello stadio di Napoli si lanciano i lavandini (tralasciamo ogni confronto coi motorini di Milano), a Roma volano coltellate come mosche, e sono decenni che è così. Queste sono situazioni ben note ed è inutile nascondersi dietro gli errori di un questore.
Senz'altro delle leggerezze ci sono state, ma è ora di accettare l'idea che certe partite non possano essere disputate che a porte chiuse, o su campi neutri. Almeno finchè non ci sarà piena consapevolezza da parte di tutti i protagonisti delle domeniche calcistiche (tifoserie organizzate, società, forze dell'ordine e organismi sportivi) che la misura è colma e si metteranno finalmente in atto tutti quei provvedimenti, magari impopolari ed economicamente dolorosi per alcuni, che possano finalmente mettere un limite serio a quello schifo che qualcuno insiste nel definire tifo.
Articolo (p)Link   Storico Storico post  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Ci sono 355 persone collegate

< maggio 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
amici vicini e lontani (12)
Anima Animale (52)
bambini (5)
Beata Gioventù (1)
Cose Di Cui Non Mi Intendo (44)
free time (24)
games (4)
grazie tante, Internet (11)
high tech (33)
Holidays In The Crowd (4)
in questo mondo di ladri (10)
Interismi (24)
la dura vita del pendolare (8)
La terra dei cachi (67)
motti&aforismi (1)
music (36)
Politically Incorrect (83)
Salute e Benessere nell'era del SuperCirio (24)
Saluti e baci (60)
Scelte di vita (6)
Strade come arene (5)
tempo di merda (14)

Catalogati per mese:
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017

Titolo
Segni (19)


Titolo
- - - A s c o l t o - - -
di tutto un po', anche se ormai fatico a staccarmi troppo a lungo dai Modest Mouse


- - - Sto leggendo - - -
Enrico Brizzi - La Legge della Giungla
David Foster Wallace - Infinite Jest (non lo finirò mai...)

- - - Ho letto da poco - - -
Jonathan Safran Foer - Molto forte, incredibilmente vicino
Carlo Bonini - ACAB




28/05/2017 @ 16:21:54
script eseguito in 110 ms